La nostra storia

Da oltre quarant’anni, Officine Piva di Volpiano, in provincia di Torino, è un’azienda specializzata nelle lavorazioni di carpenteria leggera e nella trasformazione lamiera attraverso operazioni di taglio, piegatura e saldatura su materiali quali il ferro, l’acciaio inossidabile e l’alluminio, spaziando dalla fornitura di prodotti finiti alla lavorazione per conto terzi e su commessa.

Il titolare inizia l’attività artigianale con la moglie, nell’anno 1973. Inizialmente, si occupa dell’elettrosaldatura di gabbie per forme in calcestruzzo per il settore degli elettrodomestici. Successivamente, utilizzando la lavorazione del ferro, si perfeziona nella piegatura e nella saldatura iniziando così nel 1979 ad eseguire costruzioni di forme in ferro, cancelli, portoni e inferriate, per uso sia civile sia industriale. In quegli anni, senza l’uso di troppi macchinari, il titolare forgia il ferro con metodo tradizionale: con l’incudine e il martello esegue volute e riccioli a seconda del disegno da realizzare.
Officine Piva cancello
Officine Piva è un’azienda il cui punto di forza risiede oggi nella notevole flessibilità e nella competenza tecnica, ma anche nell’impiego di macchinari ad alta tecnologia che consentono di velocizzare le fasi di lavorazione dei materiali.

L’evoluzione tecnologica degli ultimi decenni ha infatti portato ad utilizzare sistemi altamente tecnologici quali il taglio laser, la punzonatura, la saldatura con robot: tecniche innovative che permettono di realizzare specifici particolari nonché oggetti di design personalizzati.

Se il core-business rimane legato alla subfornitura, è proprio lo spirito artigiano che, negli anni recenti, ha avvicinato l’azienda al mondo del design e dell’artigianato artistico, con il fine non ultimo di creare occupazione e di contribuire a focalizzare l’interesse sul Made in Italy.
Officine Piva ingresso

E’ proprio la crisi, la voglia di lottare e di inventarsi cose nuove con persone nuove che ha motivato l’azienda a sfruttare due tra le risorse principali di questo paese: i giovani e la creatività. E’ su queste basi che, in collaborazione con Confartigianato, Officine Piva promuove la nascita di una rete di imprese “Uni+Lab Project”: un progetto finalizzato a creare una sinergia tra le eccellenze artigiane piemontesi. Si tratta di un network di professionisti e di imprese nato per offrire soluzioni complete d’arredo, impianto e infrastruttura con un team che dispone di un sistema progettuale e produttivo completo, versatile e flessibile in grado di garantire, attraverso il lavoro condiviso, forniture chiavi in mano.

L’esperienza di l’Uni+Lab Project porta l’azienda ad ulteriori considerazioni. L’azienda si è resa conto che agli artigiani mancava una vetrina espositiva, mancava il contatto con il pubblico, nonché un supporto per quanto riguardava l’aspetto del design, così nasce nel 2012 l’idea di un punto vendita che prende il nome di “ La Culla delle Idee ”. Il negozio propone, anche tramite e-commerce sul sito www.laculladelleidee.it , prodotti di elevato pregio e valore, realizzati a mano da diversi artigiani piemontesi e non solo. La Culla delle Idee “spazio libero per menti creative” si profila anche come un laboratorio di creatività in cui i clienti possono proporre idee da sviluppare con il supporto progettuale di una designer e con la competenza tecnica di Officine Piva.

Lo stretto legame dell’azienda con il mondo dell’artigianato artistico si esplica infine nelle diverse ed importanti collaborazioni con Enti Territoriali quali il Politecnico di Torino e la Regione Piemonte. In particolare, Officine Piva ha partecipato nel 2011 al progetto Cavour Capo d’Opera, istituito in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia e rivolto agli artigiani della provincia chiamati a realizzare un ‘capolavoro’ artigianale dedicato al Conte Camillo Benso di Cavour . Officine Piva partecipa con l’opera “Camillo e i suoi piani inossidabili”. L’azienda ha proposto una sagoma mezzobusto del noto statista torinese, realizzata in acciaio inox utilizzando la tecnologia del taglio laser e assemblata con il sistema della saldatura.

Officine Piva ha, infine, al proprio attivo la presenza nel progetto “Materialmente”, al quale ha partecipato con la creazione di un particolare portabici, l'AnnodaBici, progetto che ha ricevuto la menzione d’onore dall’Associazione per il Disegno Industriale. “Materialmente” è un progetto che ha coinvolto gli studenti del corso di laurea in design del Politecnico di Torino e 30 aziende artigiane piemontesi, finalizzato alla realizzazione di una collezione di merchandising museale e di attrezzature capaci di arricchire l’offerta di servizi e la fruibilità al pubblico delle Residenze Sabaude in Piemonte. Questo progetto è stato un buon esempio di come possa esistere integrazione tra la creatività concettuale propria dei giovani designer e la grande manualità artigianale.

Officine Piva è stata coinvolta in numerosi progetti di opere uniche realizzate su richiesta di enti e associazioni. Su nostro progetto è stato realizzato il monumento dedicato agli Alpini, collocato all'interno della rotonda di Borgaro Torinese, ma anche quello dedicato ai Carabinieri, collocato a Volpiano.Stiamo portando avanti un progetto di valorizzazione del territorio e della storia di Volpiano con libri per bambini ispirati a S.Guglielmo da Volpiano e con giochi in legno che raccontino la vita medievale.

L’azienda porta avanti un percorso educativo per avvicinare i giovani al mondo del lavoro e collabora con le scuole sia per fare attività con i ragazzi e sia attraverso stage formativi in azienda.

Share by: